Per il nostro futuro cooperiamo per crescere insieme

cooperative

Scadenze fiscali giugno: Imu, Tasi e non solo. Ecco tutte le date da ricordare

640)

Anche per il mese di giugno in arrivo sono previste importanti scadenze fiscali. La data più importante che contribuenti, imprese e professionisti ricordare è quella del 18 giugno 2018, termine per il versamento dell’acconto IMU e Tasi.

IMU E TASI

Come per gli anni precedenti, il percorso di calcolo e i soggetti interessati rimangono pressoché invariati. Unica variazione per le scadenze fiscali è la data: di prassi il giorno previsto è sempre stato il 16 giugno ma che quest’anno cadendo di sabato, viene fatto slittare a lunedì 18 giugno.

Facendo un breve sunto, ricordiamo per quanto riguarda il pagamento dell’Imu, i soggetti interessati sono i contribuenti che possiedono qualunque tipo di fabbricati, aree fabbricabili o terreni agricoli; tuttavia si segnala che anche nel 2018 non si paga l’Imu sulla prima casa (ad eccezione degli immobili di lusso) e che inoltre sono previste diverse tipologie di esenzione.

Stesso discorso vale per l’acconto Tasi: viene esentata la prima casa ma, in questo caso, l’obbligo di pagamento riguarda sia il possessore che il detentore nel caso di immobili in affitto.

IVA, IRPEF E INPS SOSTITUTI D’IMPOSTA

Sempre previsto per il 18 giugno, oltre alle scadenze fiscali poc’anzi citate, i contribuenti devo ricordare anche quelle relative agli adempimenti periodici come versamento Iva, Irpef e contributi Inps per i datori di lavoro che operano come sostituti d’imposta.

Continua a leggere cliccando qui

Lascia un commmento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *