Per il nostro futuro cooperiamo per crescere insieme

generica

Garanzia Giovani

In questa notizia non è stato attivato nessun contenuto extra

290)

La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo finalizzato a contrastare la sempre più diffusa disoccupazione giovanile. A tal proposito sono stati stanziati finanziamenti riservati ai paesi membri aventi un tasso di disoccupazione superiore al 25%. I suddetti finanziamenti saranno destinati a politiche attive di orientamento, istruzione, formazione ed inserimento al lavoro. Per quanto riguarda il nostro Paese, in base alla Raccomandazione Europea del 2013, dovranno essere garantiti ai giovani under 30: un’offerta valida di lavoro, il proseguimento degli studi e percorsi di apprendistato e/o tirocinio, il tutto entro 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale. Al fine di garantire ad ogni richiedente un servizio efficiente ed efficace, è stato introdotto un sistema di profiling che prenda in considerazione la reale distanza dal lavoro e le caratteristiche del background formativo del soggetto in esame.
Nel dettaglio le misure previste dalla Garanzia:
• ACCOGLIENZA
Nel corso di questa prima fase, il richiedente dovrà recarsi presso uno sportello indicatogli dalla Regione di appartenenza, presso cui riceverà tutte le informazioni circa i contenuti e i servizi previsti dal programma in ambito regionale. Tramite l’operatore sarà possibile registrarsi al Programma, conoscerne gli obiettivi e i soggetti coinvolti nella sua attuazione, quelli accreditati in ambito regionale, nonché scoprirne le modalità di funzionamento e le opportunità previste

• ORIENTAMENTO
Nel corso di questa seconda fase avrà luogo un colloquio presso il servizio competente precedentemente assegnato dalla Regione , al termine del quale l’operatore, in seguito ad un lavoro di profiling, sarà in grado di indicare al richiedente il percorso più valido al conseguimento del suo scopo. La fase di orientamento prevede un unico step ma, qualora l’operatore lo ritenesse necessario, sarà attivato un secondo livello di colloquio.

• FORMAZIONE
La formazione è rivolta all’acquisizione di maggiori conoscenze e competenze, tali da poter risultare spendibili nel sempre più specializzato mondo del lavoro. Il Programma prevede due tipologie formative; la prima rivolta all’inserimento lavorativo, la seconda, destinata ai giovani di età inferiore ai 19 anni, finalizzata a un reinserimento nei percorsi formativi.

• L’ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO
E’ tra le misure concordabili durante la fase di orientamento in base al percorso personalizzato individuato dall’operatore ed ha il fine di progettare e attivare strumenti di inserimento lavorativo. Gli obiettivi principali del servizio sono quindi individuabili nell’attivo sostegno nella realizzazione di un’esperienza lavorativa, nel costante supporto per ciò che concerne la definizione di un progetto professionale ed, infine, nell’offerta di un valido punto di riferimento nel delicato processo di inserimento nel mondo lavorativo. L’accompagnamento al lavoro consta di tre fasi: lo scouting, finalizzato ad individuare le opportunità occupazionali più in linea con il profilo del giovane; il matching, ossia l’incrocio domanda/offerta per individuare l’azienda per l’inserimento lavorativo; una fase di assistenza nella fase di pre selezione e un’attiva partecipazione alla definizione della tipologia contrattuale più consona al soggetto.
• L’APPRENDISTATO
L’apprendistato consiste in un contratto di lavoro assimilabile a un contratto a tempo indeterminato, il cui fine principale è quello formativo, seguito poi da quello occupazionale e di primo inserimento lavorativo. Tra gli obblighi dell’azienda ospitante vi è quello di garantire le competenze tecnico/pratiche che andranno a sommarsi a quelle acquisite nel precedente percorso scolastico e/o universitario. I destinatari di questa misura sono i giovani tra i 15 e i 29 anni.
Tre sono i tipi di apprendistato:
– Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale
– Apprendistato professionalizzante o Contratto di mestiere
– Apprendistato per l’Alta formazione e la Ricerca

• IL TIROCINIO
Il tirocinio consente al soggetto richiedente di fare una vera esperienza in azienda. La durata è di 6 mesi( 12 nel caso di disabili o svantaggiati ai sensi della legge 381/91). Tali limiti di durata possono essere estesi in conformità a quanto previsto dalle Linee Guida nazionali sui tirocini. Sono previste due tipologie di tirocinio: la prima ha l’obiettivo di facilitare le scelte professionali del giovane ed incrementare le possibilità dello stesso di trovare un impiego, o nel caso di perdita del posto di lavoro, aiutarlo a reinserirsi in un’altra realtà ad esso consona. Il secondo tipo di tirocinio ha la denominazione di “Tirocinio in mobilità geografica nazionale e transnazionale” ed è diretto a tutti coloro che acconsentono a fare un’esperienza al di fuori della propria regione di appartenenza o anche all’estero.
L’indennità mensile piò arrivare fino a 500 euro e quindi non superiore a 3.000 euro in tutto il periodo ( fino a 6.000 euro per disabili e soggetti svantaggiati) . Il contributo sarà maggiore in caso di tirocinio al di fuori del territorio di appartenenza del giovane. Qualora l’esperienza lavorativa dovesse concludersi con un’assunzione tramite rapporto di lavoro subordinato, entro 60 giorni dallo conclusione del periodo di tirocinio, il datore di lavoro riceverà un incentivo economico.
• IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO
Istituito al fine di facilitare la messa in atto dei principi costituzionali di solidarietà sociale, partecipare alla salvaguardia del patrimonio nazionale e contribuire alla formazione civica e sociale nonchè a quella culturale del giovane. Verranno acquisite competenze trasversali, quali il lavoro in team e il problem solving, atte a facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro. I partecipanti devono avere un’età compresa tra i 18 e i 28 anni ( 28 anni e 364 giorni). Le organizzazioni alle quali il soggetto richiedente potrà rivolgersi sono quelle che hanno presentato progetti idonei all’ Ufficio Nazionale per il Servizio Civile ( UNSC) o all’ Ufficio di competenza regionale. La durata è di 12 mesi. Le aree di intervento vanno da quelle di assistenza alla persona, alla protezione dell’ambiente o ancora all’educazione e promozione culturale. Il contributo mensile è di 433,80 euro, con l’aggiunta di un’indennità di 15,00 euro giornalieri, nel caso di servizio svolto all’estero. L’impegno settimanale va dalle 24 alle 36 ore o monte ore annuo non inferiore alle 1.400 ore complessive.
• AUTOIMPRENDITORIALIA’
Destinato ai giovani in possesso di un’idea imprenditoriale, di età non superiore ai 29 anni. I servizi a disposizione permettono di rispondere ai diversi bisogni in fase di start up e nelle fasi che ne conseguono, favorendo l’acceso ad incentivi per la creazione di impresa ( ad esclusione del contributo a fondo perduto) e all’attivazione di eventuali incentivi pubblici nazionali e regionali. A seguito delle suddette fasi preliminari, si ha la possibilità di accedere ad un percorso finalizzato a portare il giovane neo imprenditore alla stesura di un business plan, a servizi di supporto per l’accesso al credito e alla finanziabilità, nonché a servizi di supporto alla creazione d’impresa. Qualora l’idea imprenditoriale sarà valutata positivamente, sarà possibile ottenere facilitazioni nell’accesso al credito attraverso un Fondo di Garanzia, anche nel caso in cui il soggetto richiedente non disponga delle garanzie necessarie ad ottenere un prestito bancario.
• MOBILITA’ PROFESSIONALE ALL’INTERNO DEL TERRITORIO NAZIONALE O IN PAESEI UE
I giovani interessati a un’esperienza di lavoro all’estero o semplicemente al di fuori della propria regione di appartenenza potranno rivolgersi ai Servizi Per l’Impiego per avere informazioni circa le possibili esperienze lavorative da svolgere in Italia o in Europa. Il Programma incoraggia la mobilità dei lavoratori su tutto il territorio europeo attraverso voucher che vanno a coprire i costi di viaggio e alloggio per la durata di 6 mesi. Ad affiancare le competenze dei Servizi Per l’Impiego, c’è la Rete EURES, la rete europea dei Servizi Per l’Impiego, coordinata dalla Commissione Europea, a cui partecipano anche i sindacati e le organizzazioni dei datori di lavoro.
• BONUS PER LE AZIENDE
Al fine di incentivare le assunzioni giovanili, la Garanzia Giovani prevede agevolazioni per le imprese che assumono. Il Decreto Direttoriale n.1709 dell’8 agosto 2014 disciplina l’attuazione di tale misura fissando inoltre le risorse finanziarie disponibili, sia a livello provinciale che regionale, entro cui l’incentivo può essere concesso. In totale sono pari a 188.755.343,66 euro Le aziende potranno ottenere un bonus nel caso in cui arrivino.
-un contratto a tempo determinato o in somministrazione per 6-12 mesi
-un contratto a tempo determinato o in somministrazione superiore a 12 mesi
-un contratto a tempo indeterminato ( anche in somministrazione)
L’agevolazione non spetta invece per l’assunzione a scopo di somministrazione qualora l’agenzia somministrante benefici, in relazione all’assunzione stessa, di una remunerazione per l’attività di intermediazione ed accompagnamento al lavoro, nell’ambito del Programma Garanzia Giovani o di altri programmi di finanziamento pubblico.
Non rientra nell’incentivo il contratto di apprendistato, per il lavoro domestico, intermittente, ripartito e accessorio, né i tirocini e il servizio civile.
L’importo del bonus va da un minimo di 1.500 euro per il contratto inferiore a 12 mesi a un massimo di 6.000 euro per l’attivazione di un contratto a tempo indeterminato.
La Circolare INPS n.118 del 3 ottobre 2014 specifica le modalità operative per i datori di lavoro interessati.

Lascia un commmento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero interessarti altre news

Legalità, Lavoro e Libertà

Il 10 ottobre u.s. , presso il centro congressi “RUSSO CENTER” di Capua (CE) si è tenuta la prima assemblea provinciale in Campania di #UNSICOOP. Una folta platea di pubblico…